We build responsibly​

Sappiamo bene che ogni intervento edilizio ha un’impronta sul nostro pianeta. Per questo abbiamo la profonda responsabilità di costruire città ed edifici che consumino meno risorse possibile durante l’intero ciclo di vita, che siano resilienti e il cui senso funzionale ed estetico resti valido nel tempo, oltre la nostra generazione. Questa responsabilità orienta il nostro approccio progettuale all’architettura. Come architetti e ingegneri, guardiamo oltre le sfide immediate del singolo progetto e lavoriamo per trasformare le criticità in vantaggi futuri.

IL TEAM

Weber-Architects-Firenze-Weber Architects Filippo Weber

Filippo Weber

Ingegnere edile e Architetto

Inizia la sua carriera professionale ancora prima di laurearsi in ingegneria edile e architettura presso l’Università di Bologna, collaborando con studi italiani come Mario Cucinella Architects, ASA studio Albanese e Roberto Murgia Architect.
Dopo aver conseguito il master in Architettura (MArch) in Sustainable Environmental Design presso la prestigiosa Architectural Association di Londra, continua la sua ricerca sulla sostenibilità ambientale degli spazi urbani e sugli edifici a basso consumo energetico lavorando presso la Westminster University di Londra.
Nel 2014 fa convergere le sue esperienze in ambito architettonico e di ricerca nel progetto Filippo Weber Architects (oggi Weber Architects) che riunisce un team interdisciplinare di professionisti, accomunati dall’interesse di progettare in modo responsabile. Esperto delle dinamiche energetiche all’interno e all’esterno degli edifici, guida il team nella definizione di architetture che interpretano il contesto climatico in chiave contemporanea.

MArch in Sustainable Environmental Design
LEED AP BD+C

Linkedin
Weber-Architects-Firenze-Weber Architects Gloria Morichi

Gloria Morichi

Architetto

Nel 2018 ottiene la doppia laurea Magistrale in Progettazione Tecnologica e Ambientale presso il Politecnico di Milano e in Architettura per il Progetto Sostenibile presso il Politecnico di Torino. Negli stessi anni si diploma presso l’Alta Scuola Politecnica, un percorso di eccellenza improntato sullo sviluppo dell’innovazione tecnologica in contesti multidisciplinari, e frequenta il Msc in Architecture Engineering alla Aalborg Universitet, con il programma Erasmus.
Dopo esperienze lavorative tra Milano e Ancona, dal 2020 collabora con Weber Architects, dedicandosi alla progettazione architettonica ed energetica, portando avanti la ricerca sul benessere delle persone all’interno e all’esterno dello spazio costruito, con particolare attenzione verso i materiali e le loro proprietà. Appassionata di nature-based solutions, fa inoltre parte di un team di ricerca che studia l’integrazione di materiali tessili nell’architettura come mezzi per il fog-harvesting.

WELL AP

Weber-Architects-Firenze-Weber Architects Gabriele Luti 1

Gabriele Luti

Geometra

Dopo il diploma in Tecnologie del legno nelle costruzioni, intraprende la specializzazione biennale presso la fondazione ITS Energia e Ambiente, percorso formativo volto all’approfondimento del risparmio energetico nell’edilizia sostenibile e delle energie rinnovabili.
Durante il programma Erasmus-plus a Siviglia, collabora con l’ufficio tecnico di Irradia Energía, sviluppando modelli impiantistici in BIM. Contemporaneamente sviluppa una tesi che analizza il sistema edificio-impianto di un complesso edilizio residenziale, comparando i requisiti normativi italiani e spagnoli.
All’interno di Weber Architects si occupa dell’ottimizzazione sistema edificio-impianto, dedicandosi alla modellazione energetica e alla progettazione integrata. Contribuisce al raggiungimento degli elevati standard di sostenibilità dei progetti dello studio, grazie alle sue conoscenze in materia di involucri ad alta efficienza, impianti termotecnici e sistemi costruttivi innovativi.

Weber-Architects-Firenze-Weber Architects Giovanni Daltri 1

Giovanni Daltri

Architetto

Si laurea in Architettura presso l’Università degli Studi di Ferrara con una tesi in Progettazione architettonica dedicata al tema delle Health Cities: un progetto in cui le sfide legate alla riconversione dell’esistente in epoca di pandemia si sposano con gli obiettivi di sostenibilità e benessere sociale, dove spazi urbani abbandonati e incompiuti riacquistano un ruolo trainante nella ridefinizione dei rapporti sociali.
L’interesse verso la declinazione della sostenibilità in contesti territoriali e con metodi costruttivi differenti, lo spingono a partecipare a numerosi workshop internazionali, approfondendo i temi del recupero edilizio e urbano, in ottica di progettazione resiliente e adattamento a eventi meteorologici estremi.
In Weber Architects, segue in modo particolare la fase di Building Information Modeling che, grazie a software dedicati, permette di gestire la mole di informazioni complesse di un progetto, e specialmente quelle legate alla performance energetica.

Weber-Architects-Firenze-Weber Architects Filippo Corti

Filippo Corti

Architetto

Dopo un periodo di stage curriculare in Alto-Adige, nel 2018 consegue la laurea quinquennale all’Università di Firenze, con un progetto di tesi che ridisegna il processo produttivo della Cantina Valpolicella Negrar, utilizzando strategie passive per ridurne sensibilmente l’impatto energetico e ambientale.
Dopo la laurea frequenta la SOS-School of Sustainability di Mario Cucinella. Nel 2019, assieme ai colleghi di SOS, vince, con il progetto MO(O)D, il primo premio al World Architecture Festival categoria Climate, Energy & Carbon. Nel 2020 lavora come consulente tecnico per una multinazionale operante nel campo dei materiali e dei sistemi di isolamento per facciate.
All’interno dello studio Weber Architects, integra la ricerca sulle tematiche dell’economia circolare e sui biomateriali con una progettazione architettonica improntata all’adattabilità e all’efficienza.

LE CERTIFICAZIONI

Weber-Architects-Firenze-leed logo web

Leadership in Energy and Environmental Design

usgbc.org

Weber-Architects-Firenze-Griglia di ripetizione 1

WELL BUILDING INSTITUTE

wellcertified.com

Weber-Architects-Firenze-CAM logo

I Criteri Ambientali Minimi

minambiente.it

METODO PROGETTUALE

Le prime fasi del design incidono per l’80% su come un edificio si comporterà energeticamente. Per questo, fin dai primi step integriamo nella progettazione simulazioni energetiche con il Building Information Modelling e il Building Environmental Modelling, con un livello di approfondimento sempre crescente, di pari passo con l’avanzamento delle fasi progettuali.

Per garantire la massima attendibilità ai nostri progetti eseguiamo Simulazioni Daylighting ed energetche con EDSL TAS in regime dinamico secondo ASHRAE 90.1, EPC & Part L2A, ISO Standards, CIE 171:2006 e simulazioni energetiche del sistema edificio-impianto con MC4 Software in accordo alle UNITS 11300.

Integriamo inoltre la modellazione parametrica con Rhinoceros e Grasshopper per la valutazione degli effetti di schermature solari e dell’orientamento, oltre a modelli BIM come Revit con IES VE e Insight per l’integrazione fra specialità diverse e complementari.